Chiese cattoliche in Citta del Vaticano

Cappella Sistina

8.5/10

La Cappella Sistina di Roma è uno dei più famosi tesori artistici della Città del Vaticano, inserita all'interno del percorso dei Musei Vaticani. Fu costruita tra il 1475 e il 1483, all'epoca di papa Sisto IV della Rovere, da cui prende il nome. Il medesimo pontefice fece edificare una seconda Cappella Sistina presso la Cattedrale di Savona, come mausoleo per i propri genitori.

Descrizione

È conosciuta in tutto il mondo sia per essere la sala nella quale si tengono il conclave e altre cerimonie ufficiali, comprese alcune incoronazioni papali, sia per essere stata decorata da Michelangelo Buonarroti, ispirandosi al lavoro del Melozzo, primo ad usare la prospettiva da sotto in su.

La Cappella si trova sulla destra della Basilica di San Pietro, dopo la Scala Regia, e in origine serviva come cappella palatina all'interno della vecchia fortezza vaticana. E' di forma rettangolare e misura 40,93 metri di lunghezza per 13,41 di larghezza (le dimensioni del Tempio di Salomone, così come vengono riportate nell'Antico Testamento). L'altezza è di 20,70 metri e il tetto è formato da una volta a botte ribassata con voltine laterali di scarico in corrispondenza delle dodici finestre che danno luce all'ambiente. Il pavimento (XV secolo) è composto da tarsie policrome in marmo.

Una transenna in marmo di Mino da Fiesole, Andrea Bregno e Giovanni Dalmata divide la cappella in due parti; quella più ampia, assieme all'altare, è riservata alle cerimonie religiose e ad altri usi clericali, mentre quella più piccola è per i fedeli. L'iconostasi di passaggio era originariamente di ferro placcato in oro e in posizione più centrale; venne in seguito spostata verso la parte dei fedeli per garantire uno spazio maggiore al Papa. Degli stessi artisti è il Cantoria, lo spazio riservato al coro. E fu proprio papa Sisto IV, a creare poco dopo la sua elezione (9 agosto 1471) un Collegio dei Cappellani Cantori, primo nucleo della futura Cappella Musicale Pontificia Sistina.

Durante le cerimonie importanti, i muri laterali sono coperti da una serie di arazzi, (opera di Raffaello) che riproducono eventi tratti dai vangeli e dagli atti degli apostoli.

I piani architettonici vennero eseguiti da Baccio Pontelli e i lavori di costruzione furono supervisionati da Giovannino de' Dolci tra il 1473 e il 1484, agli ordini di Sisto IV.

La prima messa venne celebrata nella Cappella Sistina il 9 agosto 1483, come cerimonia con la quale venne consacrata e dedicata all'Assunzione della Vergine Maria.

I dipinti sui muri vennero eseguiti da Pietro Perugino, Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio, Cosimo Rosselli, Luca Signorelli e dai loro rispettivi laboratori, dei quali facevano parte Pinturicchio, Piero di Cosimo e Bartolomeo della Gatta.

I soggetti dei dipinti erano temi religiosi storici, selezionati e divisi in base al concetto medievale di partizione della storia del mondo in tre epoche: prima dei dieci comandamenti, tra Mosè e la nascita di Cristo, e la successiva era cristiana. Essi sottolineano la continuità tra il patto antico e il nuovo patto, o la transizione dalle leggi mosaiche alla religione cristiana.

Michelangelo Buonarroti venne incaricato da papa Giulio II della Rovere, nel 1508, di ridipingere il soffitto, che originariamente raffigurava delle stelle dorate su un cielo blu opera di Piermatteo da Amelia; il lavoro venne completato tra il 1508 e il 1 novembre 1512. Michelangelo dipinse anche il Giudizio Universale sopra l'altare, tra il 1535 e il 1541; lavoro commissionato da papa Clemente VII e concluso sotto papa Paolo III Farnese.

Per essere in grado di raggiungere il soffitto, Michelangelo necessitava di un supporto; la prima idea fu di Bramante, che volle costruire per lui una speciale impalcatura, sospesa in aria per mezzo di funi. Ma Michelangelo temeva che questa soluzione avrebbe lasciato dei buchi nel soffitto, una volta completato il lavoro, così costruì un'impalcatura da sé, una semplice piattaforma in legno su sostegni ricavati da fori nei muri posti nella parte alta vicino alle finestre. Questa impalcatura era organizzata in gradoni in modo da permettere un lavoro agevole in ogni parte della volta.

Il primo strato di gesso cominciò ad ammuffire perché era troppo bagnato. Michelangelo dovette rimuoverlo e ricominciare da capo, ma provò una nuova miscela, chiamata intonaco, creata da uno dei suoi assistenti, Jacopo l'Indaco. Questa non solo resistette alla muffa, ma entrò anche nella tradizione costruttiva italiana (ed è ancora in uso).

Michelangelo venne incaricato di dipingere solo 12 figure, gli apostoli, ma quando il lavoro fu finito ve ne erano presenti più di 3.000. I bozzetti sono un documento molto prezioso e curioso. Michelangelo usò modelli maschili, anche per le donne, poiché le modelle erano più rare e costose.

Il Giudizio Universale fu oggetto di una pesante disputa tra il Cardinale Carafa e Michelangelo: l'artista venne accusato di immoralità e intollerabile oscenità, poiché aveva dipinto delle figure nude, con i genitali in evidenza, all'interno della più importante chiesa della cristianità, perciò una campagna di censura (nota come "campagna delle foglie di fico") venne organizzata da Carafa e Monsignor Sernini (ambasciatore di Mantova) per rimuovere gli affreschi. Giorgio Vasari racconta che, quando il Maestro di Cerimonie del Papa, Biagio da Cesena, fece una denuncia simile del lavoro, dicendo che era più adatto a un bagno termale che a una cappella, Michelangelo raffigurò i suoi tratti nella figura di Minosse, giudice degli inferi; quando Biagio da Cesena si lamentò di questo con il Papa, il pontefice rispose che la sua giurisdizione non si applicava all'inferno, e così il ritratto rimase. Secondo altri studiosi, invece, il personaggio raffigurato in forme caricaturali nel Minosse sarebbe Pierluigi Farnese, figlio di papa Paolo III, noto a Roma per essere un sodomita violento e per avere stuprato un giovane ecclesiastico causandone la morte.

In coincidenza con la morte di Michelangelo, venne emessa una legge per coprire i genitali ("Pictura in Cappella Ap.ca coopriantur"). Così Daniele da Volterra, un apprendista di Michelangelo che dopo questo lavoro venne soprannominato "Braghettone", coprì i genitali delle figure con delle specie di perizomi, lasciando inalterato il complesso dei corpi. Quando l'opera venne restaurata nel 1993, i restauratori scelsero di non rimuovere i perizomi di Daniele; comunque, una copia fedele e senza censure dell'originale, di Marcello Venusti, è oggi a Napoli al Museo di Capodimonte. La cappella è stata recentemente restaurata (dal 1981 al 1994).

La volta

Lo schema della volta della Cappella Sistina comprende diversi affreschi e tematiche che si possono così rappresentare:

  • nella parte centrale Michelangelo dipinse 9 Storie centrali, tratte da episodi del libro della Genesi;
  • ai lati di queste storie vi sono possenti figure di Ignudi che sostengono medaglioni entro i quali sono raffigurate scene tratte dal Libro dei Re;
  • contornano la parte centrale affreschi raffiguranti Sibille e Profeti,
  • al di sotto dei quali, nelle vele e nelle lunette, sono raffigurati gli antenati di Gesù Cristo (la genealogia di Gesù);
  • infine, nei 4 pennacchi posti agli angoli della cappella, Michelangelo ha dipinto alcuni episodi di salvezza tratti dall'Antico testamento

L'immensa opera fu portata a termine tra il 1508 e il 1512.

Le storie della Genesi

Sibille e Profeti

  • (5) – Profeta Zaccaria
  • (10) – Profeta Gioele
  • (18) – Sibilla Eritrea
  • (26) – Profeta Ezechiele
  • (34) – Sibilla Persica
  • (42) – Profeta Geremia
  • (45) – Profeta Giona
  • (40) – Sibilla Libica
  • (32) – Profeta Daniele
  • (24) – Sibilla Cumana
  • (16) – Profeta Isaia
  • (8) – Sibilla Delfica

Gli antenati di Cristo

  • (2) – Giacobbe e Giuseppe
  • (1) – Eleazar e Mattan
  • (3) – Achim e Eliud
  • (11-12) – Zorobabele, Abiud, Eliacim
  • (19-20) – Ozia, Ioatam, Acaz
  • (27-28) – Roboamo, Abia
  • (35-36) – Salmòn, Booz, Obed
  • (43) – Aminadab
  • (47) – Naasson
  • (38-39) – Iesse, Davide, Salomone
  • (30-31) – Asaf, Giosafat, Ioram
  • (22-23) – Ezechia, Manasse, Amos
  • (14-15) – Giosia, Ieconia, Salatiel
  • (7) – Azor e Sadoc

Storie dell’Antico Testamento

Le pareti

Parete Ovest - Michelangelo

  • Il Giudizio Universale (1536-1541)

Parete Nord (Storie di Cristo) 1481-1482

  • Battesimo di Cristo - Pietro Perugino e Pinturicchio
  • Tentazioni di Cristo - Sandro Botticelli
  • Vocazione dei primi apostoli - Domenico Ghirlandaio
  • Discorso della montagna - Cosimo Rosselli e Piero di Cosimo
  • Consegna delle chiavi - Pietro Perugino
  • Ultima cena - Cosimo Rosselli

Parete Sud (Storie di Mosè) 1481-82

  • Testamento e morte di Mosè - Luca Signorelli
  • Punizione dei Ribelli - Sandro Botticelli
  • Consegna delle tavole della legge - Cosimo Rosselli e Piero di Cosimo
  • Passaggio del Mar Rosso - Biagio d'Antonio
  • Prove di Mosè - Sandro Botticelli
  • Viaggio di Mosè in Egitto - Pietro Perugino e Pinturicchio

Parete d'ingresso

  • Resurrezione di Cristo - Hendrik Van den Broeck (1572) (su originale di Domenico Ghirlandaio)
  • Disputa sul corpo di Mosè - Matteo da Lecce (1574) (su originale di Luca Signorelli)

Citazioni

Giorgio Vasari (sugli affreschi di Michelangelo):

Quest'opera è stata veramente un faro della nostra arte, ed ha portato tale beneficio e illuminazione all'arte della pittura che fu sufficiente ad illuminare il mondo che per molti secoli era rimasto nell'oscurità. E, a dir la verità, chiunque sia un pittore non ha più bisogno di preoccuparsi nel vedere innovazioni e invenzioni, nuovi modi di dipingere le pose, i vestiti sulle figure, e vari dettagli che ispirino un timore reverenziale, perché Michelangelo diede a quest'opera tutta la perfezione che può essere data a tali dettagli.

Goethe:

Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo sia in grado di ottenere.

Curiosità

Quando Gandhi visitò nel 1931 la Cappella Sistina, i suoi occhi furono attratti, più che dagli affreschi di Michelangelo, dal Crocifisso dell'altare della Cappella. Di fronte a quel Crocifisso - che ritrae un Gesù magrissimo e sofferente, ben diverso dal Gesù severo e vendicativo del Giudizio Universale - sostò per parecchi minuti, esclamando infine: "Di fronte a questa immagine così tenera e vera di Amore e Non-violenza, non si può fare a meno di commuoversi fino alle lacrime".

Bibliografia

  • Carlo Pietrangeli, Michael Hirst, Gianluigi Colalucci, Fabrizio Mancinelli, John Shearman, Matthias Winner, Edward Maeder, Pierluigi De Vecchi, Nazzareno Gabriellil, Piernicola Pagliara, (photografie Takashi Okamura) The Sistine Chapel: A Glorious Restoration (Harry N. Abrams, 1994)

Voci correlate

  • Restauro degli affreschi della Cappella Sistina
  • Cappella Musicale Pontificia Sistina

Altri progetti

Шаблон:Commons

Collegamenti esterni

Categorie:
Posta un commento
Consigli e suggerimenti
Organizzato da:
Mark B
12 june 2016
Beautiful. Extremely crowded. Get the skip the line passes to see the Musei Vaticano, Sistine Chapel and St. Peter's Basilica. Take water with you as it is very humid inside with all the crowds.
Vibha Rao
3 june 2014
Get the audio tour. Besides being super informative about the Vatican museums, it gives you a really good insight into Michelangelo's process in constructing the ceiling. Worth every euro and more.
Daniel Grayson
10 may 2018
Follow the tour groups through their exit to the right (at the end of the chapel) to jump the queue to St Peter’s Basilica. It’s like using the warp pipes in Super Mario Brothers.
Serkan A.
5 december 2018
Follow the guided tours to reach st perers basilica, dont take into account even sign says ‘only for guided tours’.. they cant notice you in this crowd. You will save lots of minutes with thishortcut
Miwa Nagamitsu Ahlstrom
11 october 2016
If you want to go to St Peter's Basilica after Sistine Chapel, follow the tour groups to the right. Don't exit from the left to go back to the entrance area of Vatican Museum.
Johannes Kager
31 october 2013
You'll have no reception on your phone inside the chapel (probably they've installed a jamming transmitter). So make sure to check in before or afterwards! ;-)
Carica altri commenti
foursquare.com
Posizione
Carta
Indirizzo

0.1km from Citta' del Vaticano

Ottenere indicazioni stradali
Orari di apertura
Mon-Sun 9:00 AM–6:00 PM
Riferimenti

Sistine Chapel on Foursquare

Cappella Sistina on Facebook

Hotel nelle vicinanze

Vedi tutti gli hotel Vedi tutti
Residenza Paolo VI

partenza $145

Cosy 1 bed with large terrace near St.Peter's

partenza $0

Lunaria Suites Rome

partenza $158

Vatican Bed And Breakfast

partenza $101

Al Ponte Del Papa

partenza $74

St. Peter's View Apartment

partenza $74

Luoghi consigliati in zona

Vedi tutti Vedi tutti
Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Basilica di San Pietro in Vaticano

La basilica di San Pietro in Vaticano è una basilica cattolica che si

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Palazzo Apostolico

I Palazzi Apostolici, detti anche Palazzi Papali o Palazzi Vaticani,

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Piazza San Pietro

Piazza San Pietro è la piazza antistante la Basilica di San Pietro.

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Biblioteca Apostolica Vaticana

La Biblioteca Apostolica Vaticana è la biblioteca che la Santa Sede

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Cortile del Belvedere

Il Cortile del Belvedere è un vasto complesso edilizio posto a nord

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Musei Vaticani

I Musei Vaticani si trovano in viale Vaticano a Roma, all'interno

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Istituto per le Opere di Religione

L'Istituto per le Opere di Religione (meglio noto con l'acronimo IOR e

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Passetto di Borgo

Il Passetto, o er Corridore (il Corridoio), di Borgo si trova a Roma

Simili attrazioni turistiche

Vedi tutti Vedi tutti
Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Basilica di Notre-Dame di Montréal

La basilica di Notre-Dame (in francese: Basilique Notre-Dame de

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Basilica di Santa Maria (Cracovia)

La Chiesa di Santa Maria (in polacco Kościół Mariacki) è una imp

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Sagrat Cor

The Temple Expiatori del Sagrat Cor (Шаблон:IPA-ca; English. Expia

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Basilica di Luján

La basilica di Luján sorge a Luján ed è meta dei pellegrinaggi de

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Votivkirche

La Votivkirche, chiesa votiva, è uno dei maggiori luoghi di culto di

Vedi tutti i posti simili