Cattedrali ortodosse orientali in San Pietroburgo

Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato

8.6/10

La chiesa del Salvatore sul Sangue Versato Шаблон:Russo è una chiesa di San Pietroburgo, che sorge sulla riva del canale Gribaedova e vicino al parco del Museo Russo, non lontano dalla Prospettiva Nevskij. Il nome ufficiale in russo è Собор Воскресения Христова, cioè cattedrale della Resurrezione di Cristo, e fu eretta sul luogo dove venne ucciso lo zar Alessandro II di Russia, vittima di un attentato il 13 marzo 1881 (il 1 marzo per il calendario giuliano che era allora in vigore).

La costruzione dell'edificio

L'edificazione di questa chiesa ebbe inizio nel 1883 durante il regno di Alessandro III, come luogo di memoria per il padre assassinato due anni prima in quello stesso luogo: i lavori non procedettero molto speditamente e venne completata solo nel 1907, regnante Nicola II: i fondi necessari vennero attinti dalle casse della famiglia imperiale con l'aiuto di numerosi donatori privati.

L'assassinio

In questo punto della città, il canale Gribaedova scorre rinchiuso tra due rive, percorribili all'epoca anche con delle carrozze: mentre lo zar passava lungo l'alzaia, un anarchico lanciò una granata che esplose uccidendo il suo sosia. Il sovrano, quindi, stordito ma incolume, scese per discutere con l'assalitore, facilitando l'opera di un complice (defunto nell'esplosione) che fece detonare un altro ordigno. Questa seconda bomba ferì mortalmente Alessandro, che venne riportato al Palazzo d'Inverno, dove spirò poche ore dopo.

Un santuario temporaneo venne edificato sul sito, mentre si studiava un progetto permanente. Si decise per la costruzione di una chiesa in modo che il luogo preciso dell'avvenimento fosse racchiuso dalle mura di un edificio sacro, e quindi la riva venne allargata così che il santuario potesse godere di uno spazio consono. Il luogo dell'attentato è ora ricordato da un altare decorato di topazi, lazurite e altre pietre semipreziose: circondato da tutta questa opulenza, il semplice acciottolato stradale su cui si sparse il sangue dello zar provoca un effetto molto contrastante.

Architettura

Sotto il profilo architettonico, questa cattedrale è molto diversa da tutte le altre della città, principalmente barocche o di tipo neoclassico: qui invece si può vedere una forte influenza dell'architettura russa medievale, delle chiese del XVII secolo di Jaroslavl' e della famosissima cattedrale di San Basilio di Mosca. È ricoperta di oltre 7000 metri quadri di mosaico, a parere dei restauratori la superficie maggiore al mondo, più di quanto si trovi nella basilica di San Marco a Venezia.

Praticamente ricoperta nella totalità da smalti variopinti, piastrelle di ceramica e di vetro colorato, architravi ornamentali, è ornata anche da 5 cupole, con circa 1000 metri quadri della loro superficie decorati, quasi ingioiellati. Il campanile è decorato con gli stemmi di città e regioni dell'impero russo riprodotti in mosaico.

Gli interni furono progettati da alcuni dei più famosi artisti russi dell'epoca, tra i quali Vasnetsov, Nesterov e Vrubel', mentre l'artefice principale, Parland era e rimane relativamente misconosciuto. Fatto per nulla sorprendente, la costruzione si spinse molto oltre i limiti del bilancio preventivato di circa 3,6 milioni di rubli fino alla cifra di circa 4,6 milioni. Anche i succitati mosaici hanno certamente aiutato a sforare i preventivi iniziali; le mura e i soffitti di tutto l'edificio sono ricoperti di vere e proprie opere d'arte musive, estremamente descrittive e ricche di particolari, rappresentanti scene bibliche, contornate di bordi molto decorati.

La rivoluzione del 1917 e la seconda guerra mondiale

Nel periodo subito posteriore alla rivoluzione russa, la chiesa venne saccheggiata e depredata, oltre che gravemente danneggiata nei suoi interni artistici. A novembre del '30, il soviet trasferì i pochi beni rimasti alla chiesa al museo della cattedrale di Sant'Isacco, dove però gli ex prigionieri politici che si occupavano della gestione non erano in grado di amministrare l'enorme edificio e il suo patrimonio splendido e mantenerlo in ordine. Per un periodo la cattedrale non fu retta da nessuno e si arrivò al punto in cui, nel novembre 1931, il comitato regionale per gli affari di culto decise che venisse disassemblata, sentenza fortunatamente cancellata in un momento successivo.

Il governo sovietico aveva fatto chiudere la chiesa al culto nei primi anni '30, e durante il terribile assedio di Leningrado (l'allora nome della città) da parte dell'esercito nazista venne utilizzato come magazzino per le verdure, meritandosi in questo modo un soprannome poco rispettoso, e addirittura come obitorio per i corpi degli abitanti morti nell'assedio. Come molti altri edifici in città, soffrì gravissimi danni e dopo la guerra passò ad essere usato come magazzino di un vicino teatro lirico.

La decisione di smantellarla era tornata ad essere attuale nel 1938, e si era pianificato il tutto per il 1941, momento in cui pareva che il suo destino, al pari di quello di molte altre chiese russe, fosse stato deciso. Nuovamente la fortuna arrise a questo stupendo esempio di architettura, e gli esperti chiamati a demolirla vennero inviati al fronte insieme al resto della popolazione, per combattere la seconda guerra mondiale.

Il dopoguerra

Nel 1956 le autorità cittadine decidevano nuovamente di demolire la chiesa per far posto a una nuova strada, durante una modifica della viabilità.

Solamente nel 1968 le venne garantita la protezione dell'omologo del ministero delle belle arti e dell'architettura.

La cattedrale al giorno d'oggi

Nel luglio 1970, la direzione della chiesa passò alla cattedrale di Sant'Isacco, all'epoca un museo molto redditizio, i cui profitti vennero deviati a favore dei lavori di restauro. Il direttore di questo museo era riuscito a convincere le autorità e i responsabili del ministero della cultura che l'edificio era di considerevole valore storico e artistico. Le opere furono lunghe e travagliate, e terminarono dopo quasi un trentennio, nell'agosto 1997. Dopo la riapertura, non è stata riconsacrata e non è quindi utilizzata come tempio religioso a tempo pieno; è invece un museo dedicato al mosaico. Anche prima della rivoluzione, però, non è mai stata un edificio di culto; essendo designata solo al ricordo e al cordoglio privato per lo zar assassinato, la religione ortodossa lo utilizzava solo per le panikhidas, cerimonie di ricordo. Il governo sovietico decise di aprirla al pubblico, Шаблон:Citazione necessaria.

È certamente una delle maggiori attrattive per i turisti che visitano la città.

Particolarità

  • È al giorno d'oggi l'unico monumento sopravvissuto in onore di Alessandro II.
  • Dopo il 1930, anno di arresto delle cerimonie specificatamente religiose, uno dei pochi eventi di questo tipo officiati nella cattedrale è stato il 23 maggio 2004, ovviamente in onore dello zar ivi assassinato.
  • È un po' una cattedrale dai tempi lunghi: 24 anni sono stati necessari alla sua edificazione, addirittura 27 al suo restauro.

Altri progetti

Шаблон:Interprogetto

Collegamenti esterni

Posta un commento
Consigli e suggerimenti
Organizzato da:
Ma Hi
24 july 2016
Must see!Great architecture and view!landmark of the city!i prefer Visiting at night,it's amazing.but you must go in the day in case you would like to go inside the church.
Maryam
2 september 2016
Most people's favourite spot in St Petersburg. Loads of expensive souvenir shops outside. Also, try to go at night to get some amazing pictures :)
Sofia Uz
28 october 2014
Another must see in St. Pete, recently updated walking zone around it. Check out Jamies Italian on Park restaurants nearby
Ralitsa Ivanova
10 july 2017
There is no other building like this in the city. Going inside is as spectacular as inside. I recommend dinner at restaurant Terassa so that you can see it from afar right at sunset.
Dave Milne
5 aprile 2018
Orthodox church built on the site of the assassination of Tsar Alexander II. No expense spared on the external & internal decoration. Extensively restored to its original glory in recent decades.
Ting
5 aprile 2014
Took 26 years to be amazingly restored. Must visit and worth to pay 150rb to use the audio guide.
Carica altri commenti
foursquare.com
Posizione
Carta
Indirizzo

Church of the Savior on Blood, Sankt-Peterburg, Russia, 191186

Ottenere indicazioni stradali
Orari di apertura
Sat 11:00 AM–Midnight
Sun 11:00 AM–9:00 PM
Mon Noon–7:00 PM
Tue Noon–8:00 PM
Wed 3:00 PM–8:00 PM
Thu Noon–9:00 PM
Riferimenti

Church of the Savior on the Spilled Blood on Foursquare

Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato on Facebook

Hotel nelle vicinanze

Vedi tutti gli hotel Vedi tutti
STN Apartments by the Hermitage

partenza $43

Sonata at Nevsky Hotel

partenza $72

Small Central Studio near Ermitasce

partenza $56

Modern Studio3 old center near Hermitasce

partenza $56

Sonata at Nevsky 5

partenza $91

Nevsky 3 Guest House

partenza $57

Luoghi consigliati in zona

Vedi tutti Vedi tutti
Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Novo-Konyushenny Bridge

The Novo-Konyushenny Bridge (Russian: Ново-Конюшенный мост, literal

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Museum of Soviet Arcade Machines

苏联街机博物馆(俄语:-{Музей советских игровых автоматов}-)是一家收藏苏联从20世纪70年

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Tripartite Bridge

Tripartite Bridge or Three-Arched Bridge (Russian:

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Корпус Бенуа

Ко́рпус Бенуа́ — здание в Санкт-Петербурге на у

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Mikhailovsky Garden (Михайловский сад)

Mikhailovsky Garden (Михайловский сад) is a tourist attraction, on

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Шведская церковь Святой Екатерины

Sankta Katarina kyrka i Sankt Petersburg är en svenskspråkig l

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Palazzo Michailovskij

Il Palazzo Mikhailovsky e' la sede principale del Museo Russo, in

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Museo russo

Il Museo di Stato Russo, precedentemente Museo Russo di Sua Maestà

Simili attrazioni turistiche

Vedi tutti Vedi tutti
Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Cattedrale di San Basilio

La Cattedrale di San Basilio (chiamata anche L'Intercessione,

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Cattedrale di Santa Sofia (Kiev)

La Cattedrale di Santa Sofia (Собор Святої Софії o Софійський собо

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Cattedrale della Resurrezione

La cattedrale della Resurrezione, in russo Воскресенский собор, conos

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Assumption Cathedral in Smolensk

The Cathedral of the Assumption, dominating the city of Smolensk from

Aggiungi alla lista dei desideri
Sono stato qui
Visitato
Cattedrale di Sant'Isacco

La cattedrale di Sant' Isacco di San Pietroburgo è, situata tra

Vedi tutti i posti simili